Servizi

Fornire alle aziende dei Servizi mirati a rafforzarne la competitività sul mercato ed a migliorarne il “know-how” tecnico-scientifico (vedi documento di presentazione del Consorzio)

Sperimentazioni sul campo

Individuare parametri e criteri per la valutazione dei livelli di compatibilità ambientale delle componenti tecnologiche, in relazione alle esigenze di sostenibilità e di evoluzione del contesto produttivo, anche mediante sperimentazioni sul campo. scopri di più

IL PROGETTO TESB (Tecnopolo dell’Energy Smart Building):

 Il Consorzio Ecodomus ha elaborato, insieme a Engineering, Fiamm, SofcPower, Cgil Sicilia, CNR Itae di Messina, il DEIM dell’Università di Palermo, ecc., il progetto di Tecnopolo dell’Energy Smart Building. Il progetto è stato presentato nell’ambito del Bando MIUR – Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013, Regioni Convergenza Campania, Puglia, Calabria, Sicilia Asse I; sostegno ai mutamenti strutturali, obiettivo operativo, reti per il rafforzamento del potenziale scientifico-tecnologico delle Regioni della Convergenza:

·          I – Azione: Distretti di alta tecnologia e relative reti;

·          II – Azione: Laboratori pubblico – privati e relative reti TITOLO III CREAZIONE DI NUOVI DISTRETTI E/O AGGREGAZIONI PUBBLICO-PRIVATE.

Il Tecnopolo dell ‘Energy Smart Building, nelle intenzioni dei proponenti, mira alla creazione di una rete tra grandi e piccole imprese con il supporto di enti di ricerca, con il fine di trasferire “expertise” e “know-how” alle piccole imprese e rivitalizzare un tessuto imprenditoriale, quello edile nel mezzogiorno dItalia, attualmente in crisi profonda, attrezzandolo per vincere la sfida delleco-innovazione.

L’idea progettuale, coerente con i contenuti del programma di coesione, prevede che alcuni interventi di eco – innovazione di prodotto e di processo, possano essere proposti con procedure di tipo negoziale, che si rivolgono direttamente ad imprese chiave facenti parte di specifiche reti territoriali. o filiere tecnologiche, laddove sia riconoscibile e dimostrabile che questi soggetti e non altri, detengano in sé le potenzialità di generare effetti diffusivi di rafforzamento di sistemi territoriali o di filiera, a beneficio delle PMI esistenti o nella logica di attrarre investimenti nell’area.

Appare evidente, in questo contesto, come il distretto Ecodomus, cluster di imprese nel settore dell’edilizia sostenibile attivo dal 2008 e riconosciuto con Decreto Regionale nel 2012, possa svolgere questa esperienza di “driver” del processo negoziale, coinvolgendo soggetti rilevanti già presenti nel tecnopolo dell’energy smart building ed allargando la compagine in una logica di filiera.

Le Attività sono correlate a quanto previsto nelle azioni di start up innovative con riferimento a: “Sostegno al riposizionamento competitivo ed alla riqualificazione tecnologica di comparti e filiere produttive. Questa forma di intervento, a carattere negoziale, sarà attivata solo nei casi in cui sia verificata la disponibilità di gruppi industriali leader di filiere produttive radicate nei territori di interesse della politica regionale, a farsi carico di investimenti i cui benefici si estendano ad ampi sistemi produttivi, attraverso l’innalzamento del livello tecnologico o la creazione di nuove opportunità di mercato. La selezione delle imprese leader e il disegno di progetti di riqualificazione e rilancio avverrà a seguito di un lavoro analitico ed esplorativo condotto dalla parte pubblica in relazione ad un numero esiguo di comparti tecnologico-produttivi”. (tratto da “Metodi e obiettivi per un uso efficace dei fondi comunitari 2014-2020, documento di apertura del confronto pubblico”, Roma dicembre 2012).  

I principali target

Il consorzio Ecodomus condividendo gli elementi e i risultati contenuti nel documento di politica di coesione intende promuovere presso le aziende del Distretto le seguenti pratiche: 

Migliorare l’efficienza energetica negli usi finali e promuovere l’energia intelligente;

Ridurre i consumi energetici di edifici pubblici e di alloggi sociali;

Contenere i consumi energetici nei cicli produttivi delle industrie e delle PMI, attraverso l’adozione di tecnologie innovative e sistemi di controllo di gestione efficiente dell’energia;

Fornire modelli di sviluppo che contribuiscano alla diffusione della micro-generazione distribuita da fonte rinnovabile e da cogenerazione;

Migliorare l’efficienza energetica e promuovere l’energia intelligente;

Riqualificare il settore energetico ed ambientale degli edifici e delle strutture pubbliche attraverso interventi sui singoli edifici e/o interi quartieri di proprietà pubblica o ad uso pubblico (scuole, biblioteche, musei, impianti sportivi, ospedali, uffici pubblici etc);

Promuovere l’eco-efficienza nell’edilizia.

Azioni per favorire una politica di efficienza energetica

Le azioni che il consorzio mira a diffondere per il raggiungimento dei DEI TARGET DELL’UE sono:

    • Favorire la diffusione delle tecnologie verdi che privilegino l’utilizzo di materiali bioedili e ad alta efficienza energetica negli appalti pubblici, nella progettazione eco sostenibili
    • Elaborare appositi protocolli di edilizia sostenibile da utilizzare nelle OOPP;
    • Realizzare una banca dati regionale dei materiali per l’edilizia sostenibile prodotti in Sicilia;
    • Introdurre azioni finalizzate allo sviluppo di tecnologie green applicate sia a scala di edificio che territoriale;
    • Promuovere la costruzione di edifici NZEB con procedure semplificate ed accelerate ed incentivate;
    • Sostenere i percorsi di pianificazione energetica (PAES patti dei sindaci, piani energetici comunali, ect) in sinergia con i processi produttivi delle imprese, con la previsione di azioni condivise o da condividere con gli “stakholders” locali.

Il Consorzio di PMI rappresenta un partner di sicura affidabilità per le “call” previste in Orizzonte 2020 nelle “challenge” energia pulita,

sicura ed efficiente e per la applicazione dei percorsi in Partenariato Pubblico Privato(PPP).

EcoDesign

Implementare le strategie integrate di eco-design e di riduzione degli impatti ambientali delle imprese per:

Supportare le aziende nelle azioni di eco-innovazione dei loro processi produttivi e dei loro prodotti;

Ottimizzare l’utilizzo delle risorse energetiche e delle materie prime, la gestione ambientale e il riutilizzo di rifiuti e sottoprodotti nella produzione di materiali per l’edilizia;

Individuare le criticità ambientali dei prodotti/servizi e definire le possibili soluzioni tese al miglioramento delle prestazione energetiche dei prodotti e dei processi; 

Definire misure di mitigazione degli impatti energetico – ambientali sui siti produttivi;

Conseguire target di qualità energetico – ambientale; 

Interventi di implementazione e diffusione del GPP

L’obiettivo del 50% di acquisti sostenibili sul totale degli acquisti effettuati dalla P.A., calcolato in valore monetario richiesto dall’Europa e richiamato dal capitolo 4.3 del PAN GPP (revisione 2013 – Decreto MATTM 10.04.2013) diventerà un obbligo per le amministrazioni pubbliche. Il Consorzio si propone di Assistere gli Enti Pubblici nell’applicazione dei protocolli e delle specifiche tecniche previste nel PAN GPP.

scopri di più

L’obbligo di indicare le specifiche tecniche nei capitolati prestazionali delle P.A (% di riciclato, requisiti ambientali, obbligo di riciclo/recupero, etc.) nei vari CAM, sia in quelli ancora da emanare sia aggiornando quelli già emanati, rendendoli omogenei indurrà le P.A ad avere capacità tecnico-professionali che in atto non sono spesso presenti all’interno.

È necessario infatti  rendere omogenei i criteri previsti nella definizione sia delle specifiche tecniche di base che dei criteri premianti o delle condizioni di esecuzione dell’appalto/clausole contrattuali – delle diverse categorie di prodotto o servizio. Ciò al fine di definire le caratteristiche ambientali degli imballaggi, le percentuali previste di prodotti da materiale riciclato e le loro caratteristiche nonchè gli obblighi di recupero e riciclo.

Completare i CAM prevedendo l’adozione di strumenti di valutazione ed analisi degli aspetti ambientali per categoria di prodotti, utilizzando l’approccio LCA, LCC e gli idonei indicatori ambientali e oramai un obiettivo prioritario del Governo.

Bisognerà attivare un collegamento tra l’attuale metodologia di rendicontazione annuale eseguita dall’AVCP e un sistema di premialità/sanzione per le stazioni appaltanti; il sistema di valutazione, fondato su un controllo certo ed efficace dell’operato della PA, deve essere anticipato dall’emanazione di un capitolato di gara tipo e dall’organizzazione di specifici corsi di formazione ed aggiornamento.

In questa direzione vanno la creazione:

  • il Capitolato speciale d’appalto sulla bioedilizia ed edilizia sostenibile
  • il Prezziario regionale delle opere pubbliche della Bioedilizia

La individuazione di  un set di indicatori tesi ad introdurre  premialità e  sanzioni da utilizzare in sede di punteggio da attribuire alle gare per l’offerta economicamente più vantaggiosa che premi i soggetti accreditati e che presentino proposte ambientalmente  più sostenibili e tesi a favorire le attività di monitoraggio non può che essere la soluzione per garantire un sistema di selezione delle imprese più “green”.

 Promozione

 Promuovere i prodotti/servizi delle aziende aderenti al Piano di sviluppo di filiera presso le Pubbliche Amministrazioni;

Comunicazione

 Promuovere l’utilizzo di tecnologie innovative per la comunicazione (portale web interattivo, piattaforma e-learning per la formazione a distanza, ecc.) nei temi dell’edilizia sostenibile e del risparmio energetico;

Marchio di qualità

Creazione del marchio di qualità energetico-ambientale di prodotti e servizi, inclusi gli edifici, denominato “Ecodomus”, al fine di promuovere nel mercato regionale e nazionale un’immagine positiva ed innovativa delle aziende facenti parte della “filiera eco-orientata”

La Diffusione del marchio ha l’obiettivo di:

Stimolare le aziende a migliorare le loro competenze formative e operative al fine di proporre alla clientela prodotti caratterizzati da elevati standard di qualità energetico – ambientale;

Qualificare, promuovere e rendere competitive ed eco-innovative le aziende le cui attività hanno un minore impatto ambientale nei mercati locali, nazionali ed esteri; 

Ridurre i costi di produzione e gestione delle imprese che aderiscono alla rete in quanto le stesse possono conseguire economie di scala; 

Promuovere convenzioni con le P.A. per l’inserimento dei prodotti/servizi delle aziende con il marchio di qualità Ecodomus conformi ai PAN-GPP;

Strumenti di certificazione

Promozione e diffusione di strumenti di certificazione ambientale di prodotto (marchi ed etichettature ambientali), di sistemi di gestione ambientale per le imprese (registrazione EMAS e ISO 14001) e di gestione dell’energia (norma UNI CEN EI 50001). scopri di più

L’azione proposta risulta fortemente innovativa nel contesto siciliano in cui le certificazioni ambientali o le registrazioni Emas sono poco diffuse, sia per la difficoltà da parte delle PMI di sostenere i costi connessi a tali certificazioni, che per una sensibilità ambientale ancora poco diffusa nel territorio.

L’ottenimento di certificazioni ed etichettature ambientali per i prodotti/servizi delle aziende, consente alle stesse di essere maggiormente competitive sui mercati, soprattutto quelli internazionali, e di poter accedere con maggiore facilità ai bandi di gara pubblici in cui sono inseriti criteri di sostenibilità ambientale.

Sviluppo di Software

Sviluppo di software di diagnosi, ottimizzazione e progettazione energetica e di certificazione energetica degli edifici. scopri di più

L’obiettivo del servizio è quello di consentire alle aziende di usufruire di strumenti innovativi e personalizzati per la valutazione delle prestazioni energetico – ambientali, dei loro prodotti/servizi e del sistema produttivo stesso e di confrontarle con quelle di altri produttori del settore (analisi di benchmark), di valutare i vantaggi connessi ad una ri-progettazione sostenibile dei cicli produttivi, di promuovere i loro prodotti sul mercato con un valore aggiunto in termini di immagine.

Progettazione

Progettazione e realizzazione di edifici a basso impatto ambientale

L’obiettivo del servizio è quello di supportare, tramite attività di consulenza, le imprese di progettazione, realizzazione e riqualificazione degli edifici, in modo da fornirgli il “know-how” necessario a porre in opera degli edifici che rispettino i target previsti dalle normative, sia europee che nazionali e regionali, finalizzate al raggiungimento del target del NZEB

Formazione

Organizzazione di corsi di formazione dei dipendenti aziendali ed attivazione di una piattaforma per corsi di formazione a distanza su temi quali l’eco-innovazione e le tecnologie ambientali, il marketing e la gestione aziendale, l’innovazione tecnologica ed organizzativa del contesto produttivo.

Grazie ai protocolli stipulati con l’Università e il CNR, il Consorzio è in grado di fornire un offerta formativa di livello universitario e post universitario destinata ad aziende ed enti pubblici e privati.

Il personale, adeguatamente formato, contribuirà allo sviluppo dei temi dell’eco efficienza presso le aziende, facendosi portatore di idee pratiche e innovative che migliorano l’efficienza organizzativa delle aziende stesse, le condizioni economiche, la capacità di gestione delle nuove opportunità del mercato, il miglioramento della competitività e lo sviluppo di nuove strategie orientate alla sostenibilità.

Portale WEB

Un portale web di formazione, comunicazione e promozione delle attività, prodotti, servizi a distanza.

La realizzazione del portale web rappresenta un’iniziativa importante che favorisce l’intera filiera produttiva e contribuisce allo scambio di idee e soluzioni innovative, all’analisi delle aspettative del mercato ed all’incontro di domanda e offerta.

L’attivazione di un portale web per l’avviamento di corsi di formazione e-learning a cui i dipendenti possono partecipare direttamente dalla postazione aziendale permette di ridurre i tempi e i costi di diffusione delle conoscenze, di migliorare l’accesso alle informazioni e di controllare capillarmente il processo formativo dei partecipanti.

Help – Desk

Un help-desk per supportare le aziende aderenti nelle attività di certificazione delle prestazioni dei loro prodotti (caratteristiche termo-fisiche, resistenza, ecc.) che usualmente vengono effettuate in laboratori localizzati in aree distanti da quelle del sito produttivo e che possono essere caratterizzate da costi elevati

L’help-desk consente di aiutare le aziende nella scelta dei laboratori a cui inviare i loro prodotti, di stipulare delle convenzioni con i vari laboratori al fine di ridurre i costi del servizio, di ridurre i tempi per ottenere i risultati e di utilizzare un servizio di trasporto comune dei prodotti presso i siti dei laboratori stessi, con un’ulteriore riduzione dei costi nonché una riduzione degli impatti energetico – ambientali connessi alle attività di trasporto

Eventi informativi

Realizzazione di eventi informativi attinenti la filiera, per spingere i consumatori ad utilizzare prodotti caratterizzati da elevati requisiti di qualità energetico – ambientale.

Assistenza alle aziende per la partecipare ad eventi promozionali e fieristici e per pubblicizzare i loro prodotti/servizi agli utenti finali, rapportarsi con il mercato, valutare le proprie strategie di comunicazione, comprendere le esigenze dei clienti e prendere contatto con fornitori ed acquirenti, usufruendo del supporto organizzativo di personale specializzato a costi contenuti.

(scarica allegato Breve presentazione Consorzio Ecodomus)

Sharing is caring!