Il modello di business basato su Economia Circolare e i CAM in edilizia

Venerdì 22 Giugno, presso l’Auditorium “Ferrovie dello Stato Italiane” a Roma, la NIA Network facente parte del Distretto EcoDomus, alla presenza di relatori proveniente dal mondo istituzionale, delle imprese, e delle associazioni, ha partecipato attivamente al convegno avente come focus l’Economia circolare e i CAM in edilizia. L’Arch.tto Toni Cellura, Coordinatore del Gruppo di Lavoro CAM Appalti di GBC Italia, nonché rappresentante del Consorzio EcoDomus, è intervenuto in merito al Codice degli appalti, CAM edilizia e criteri di sostenibilità energetico-ambientali,

relazionando sulle potenzialità di questo settore in continua crescita per le aziende. Il nostro rappresentante infatti, da sempre attento alle problematiche relative l’applicazione  dei CAM ed esperto del settore, ha pubblicato, con il Dott. Luca Cellura, che ha curato gli aspetti giuridici, il Manuale dei Criteri Minimi Ambientali in Edilizia. Puntare sui CAM, in particolare in merito agli aspetti relativi all’applicazione dei concetti di Economia circolare dell’edilizia, che sarà uno dei principali driver del cambiamento del settore delle costruzioni, rappresenta un input strategico di grande rilevanza potendo passare da una “necessità” ad una “opportunità”. Dal punto di vista economico, focalizzarsi su questi argomenti vuol dire quindi stimolare la creatività del sistema imprenditoriale italiano in funzione della propria valorizzazione economica. Investire in ricerca e sviluppo facendo sistema, rappresenta una possibilità concreta per le nostre PMI, di ripensare e modificare il proprio modello produttivo per consolidare la propria presenza nelle catene del valore globali. La creazione di un’economia circolare diffusa sul territorio nazionale consente, altresì, di trasformare una serie di problematiche proprie del sistema produttivo nazionale in delle opportunità nel campo dell’edilizia sostenibile.

Qui potete comodamente scaricare le: Slide Roma Convegno CAM Toni Cellura rev finale.pptx

Per ulteriori delucidazioni Vi invitiamo a contattarci.

Sharing is caring!