Il Green Building Council sceglie Agrigento per la settimana mondiale del “Green Building”

Edifici sostenibili al centro della settimana del “Green Building”

Ripensare al modo di progettare le nostre abitazioni, per ridurre i consumi e migliorare l’ambiente in cui viviamo e quello che lasceremo in eredità ai nostri figli. Sono questi alcuni dei temi al centro della settimana internazionale del “Green building”, che ha scelto Agrigento, “centro del mediterraneo, città simbolica”, come unica tappa, nel Sud Italia, dell’iniziativa promossa a livello mondiale dal “Green Building Council”, associazione cui aderiscono le più competitive imprese e le più qualificate associazioni e comunità professionali operanti nel segmento dell’edilizia sostenibile.

Ad un primo incontro, che si è concretato in una conferenza dedicata ai professionisti, ingegneri, architetti e geometri, è seguito un secondo che ha avuto ad oggetto un webinar sul protocollo Gbc.

“Abbiamo scelto Agrigento, cuore del Mediterraneo, punto di snodo delle culture, come luogo in cui realizzare una iniziativa di carattere mondiale come la settimana del Green building, in questo momento celebrata in 70 paesi in tutto il Mondo – spiega l’architetto Antonino Cellura, segretario del Chapter Sicilia di GBC Italia. Un momento importante perché riuscire a costruire edifici ‘verdi’ significa riuscire a risparmiare energia in modo considerevole, dato che il 30% di quanto si consuma riguarda l’edilizia”.

“Esistono una serie di interventi che possono essere messi in atto fin dalla progettazione. In questo il tecnico ha un ruolo fondamentale. Gbc Italia ha un protocollo di sostenibilità ambientale, una verifica di tutte le azioni che devono essere poste in essere per realizzare e gestire in modo “verde” un edificio, tramite un uso efficiente delle risorse. Noi proviamo a promuovere questo approccio nuovo, anche perché esiste una Direttiva europea, quella sugli edifici ad energia netta zero, che imporrà presto nuovi standard, e parlarne oggi significa anticipare il futuro”.

Di seguito il link all’intervista del Segretario regionale del Chapter Sicilia di GBC, Arch. Antonino Cellura

 

 

Sharing is caring!