La Regione Sicilia riconosce il Distretto Produttivo Ecodomus

Con Decreto n. 1289/2020 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive, il Distretto Produttivo Ecodomus, uno dei tredici Distretti Produttivi Siciliani a ricevere la consacrazione, ha ottenuto il riconoscimento formale per il triennio 2020/2022. I relativi Decreti di riconoscimento sono stati consegnati nei giorni scorsi ai rappresentanti dei Distretti siciliani dall’Assessore Regionale alle Attività Produttive, On. Girolamo Turano, alla presenza del Dirigente Generale, Dott. Carmelo Frittitta, e del Dirigente del servizio Dott. Aldo Brancato.
Il Distretto Produttivo Ecodomus – Distretto Regionale per l’Edilizia Sostenibile e il Risparmio energetico – ha ricevuto il riconoscimento dopo aver partecipato alla procedura di selezione dei Distretti che l’Assessorato ha indetto con bando pubblico regionale dello scorso 15 ottobre. Questo riconoscimento rappresenta indubbiamente un grande successo per l’edilizia sostenibile regionale, ed in particolare del territorio agrigentino (dove si concentra la maggioranza delle imprese aderenti), soprattutto laddove si consideri che si tratta dell’unico Distretto in Sicilia ad operare nel settore dell’edilizia sostenibile e del risparmio energetico, in un contesto regionale costituito quasi esclusivamente da Distretti della filiera agroalimentare.Oltre alle 65 aziende che lo compongono, il neonato Distretto può vantare il supporto di prestigiose Istituzioni come ENEA – Dipartimento Efficienza Energetica, e IEMEST – Istituto Euromediterraneo di Scienza e Tecnologia.
Fra le Istituzioni pubbliche aderenti, il Libero Consorzio Comunale di Agrigento svolgerà la fondamentale funzione di raccordo con le amministrazioni locali.
L’obiettivo, come evidenziato dal Rappresentante del Distretto, Arch. Toni Cellura (professionista attivo nel settore energetico-ambientale, Segretario Regionale del Green Building Council, nonché ex assessore Provinciale al Territorio e Ambiente), “è lo sviluppo di modelli per l’edilizia sostenibile e l’eco-innovazione di prodotto, di processo e di sistema“.
Chiaramente, l’attuale contesto economico presenta grandi prospettive di sviluppo per un Distretto attivo nel campo dell’Edilizia sostenibile ed eco-innovativa, a cominciare dall’opportunità offerta dal “super” eco-bonus al 110% previsto nel D.L. “Rilancio”, che impone alle imprese una radicale innovazione dei processi produttivi, per raggiungere gli standard energetico-ambientali richiesti dalle norme.

Sharing is caring!